Attenzione Questo sito utilizza i cookies per rendere la navigazione del sito semplice ed efficiente... Leggi
Info

Qualifiche per saldatori

Patentino Saldatore?
Il Patentino è un riconoscimento della professionalità, ed è necessaria per le aziende che vogliono essere in regola con le normative sulla qualità nella saldatura.

Nella qualificazione dei saldatori si deve considerare soprattutto I’abilità manuale dei saldatori nel maneggiare l’elettrodo/torcia /cannello , in modo da ottenere una saldatura di qualità accettabile.

Quali sono le tipologie?
Le tipologie di qualifiche sono:
Patentini Saldatori (es. ISO 9606:2013, ASME IX)
Patentini operatori (es. ISO 14732:2013, ASME IX)
Qualifiche procedimenti (es. ISO 15614-1, ASME IX)

Quale sono le modalità?
L’iter per ottenere la certificazione di saldatore è articolato in diverse fasi:
Il saldatore esegue una prova pratica su una piastra o su un tubo in presenza dell’ispettore incaricato dall’IIS; il saggio di prova dovrà essere saldato secondo una Specifica di saldatura o WPS, che ne identifica il campo di validità (spessori, modalità di saldatura, tipologie di giunti, …).
A seconda del tipo, il giunto saldato sarà sottoposto a prove distruttive e/o non distruttive (Prova di frattura, Radiografia, …)
L'esito delle prove, e quindi il superamento dei requisiti richiesti dalle diverse normative UNI EN, determina il rilascio del Patentino.

La certificazione dei saldatori, o patentino dei saldatori, ha validità biennale; trascorsi i due anni, il saldatore dovrà procedere al rinnovo del patentino rieseguendo, alla presenza di un nostro tecnico qualificato le stesse prove di saldatura realizzate in fase di certificazione.

Ad ogni patentino deve essere abbinata una WPS - Specifica di procedura (Documento che fornisce in modo dettagliato le variabili specifiche per una applicazione specifica)